QUANTO INCIDE IL "COPRIFUOCO" IN SOGGETTI OBESI?


Ormai sono mesi che conviviamo con forti restrizioni sociali, il fenomeno è diffuso in tutto il mondo. Smart working, reclusione forzata, l'impossibilità di sentirsi liberi per salvaguardare la salute pubblica probabilmente sta creando danni ingenti alla salute i cui effetti saranno evidenti tra alcuni mesi. 

Ansia, stato di agitazione, l'incertezza del futuro,...sono gli effetti psicologici più diffusi. La pandemia ha messo all'angolo l'intero genere umano, sta agendo in modo diretto col contagio ma indirettamente a lungo termine rende tutta la popolazione umana più vulnerabile a malattie causate da sovrappeso/obesità. 


Si stima che si può aumentare più di 1 kg per ogni mese! 


L'OMS già sta lanciando l'allarme con video/indicazioni per praticare attività fisica tra le mura domestiche ma si sa, se non sei affine allo sport, difficilmente ti metti a fare ginnastica e inesorabilmente il tuo peso aumenta nella speranza che non ci si ammali mai. 

I soggetti obesi sono in serio pericolo, il distanziamento sociale probabilmente li salva dal COVID ma li mette in pericolo per la salute. Ipertensione, diabete, depressione, malattie cardiovascolari,....già conclamate prima del COVID a causa dell'obesità, in condizioni di restrizioni imposte, possono diventare molto pericolose per chi è già in cura.


--------------------

Una ricerca tutta italiana ha pubblicato uno studio su un campione di 150 pazienti obesi in cura. Hanno valutato attentamente diversi parametri in un solo mese di quarantena, sono emersi risultati agghiaccianti.

150 pazienti sono stati sottoposti ad un questionario che valutava variazioni di peso in funzione di attività lavorativa (smart working), esercizio fisico, abitudini alimentari, condizioni emotive,...


L'AUMENTO DI PESO MEDIO E' STATO DI 1,5 KG IN UN SOLO MESE!


Minore esercizio fisico, noia, solitudine, ansia / depressione, alimentazione aumentata, consumo di snack, cibi spazzatura, cereali e dolci erano correlati con un aumento di peso significativamente più elevato.

Chi soffriva di problemi emotivi come ansia / depressione, ha riportato un aumento sul peso di 2,07 kg. Quindi stati emotivi deficitari conclamati hanno riportato una maggiore incidenza all'aumento del peso.

fonte: (Pellegrini M. et al, 2020)

Changes in Weight and Nutritional Habits in Adults with Obesity during the “Lockdown” Period Caused by the COVID-19 Virus Emergency

-------------------

Chissà a distanza di mesi con le feste natalizie come si ritrova tutta la popolazione mondiale. Il problema non riguarda solo i pazienti obesi. Ovviamente le persone leggermente in sovrappeso non corrono alcun rischio di salute ma sicuramente in questi 10 mesi qualche chilo in più è stato riportato dalla bilancia, per chi ha avuto il coraggio di pesarsi, ma gli abiti dell'anno scorso non mentono. 

Come correre ai ripari?

- Ottimizzazione del regime alimentare

- Attività fisica ben strutturata

- Porre traguardi a lungo termine 

NON ESISTONO METODI MIRACOLOSI